fbpx
Formatore Consulente Coach

40 anni di età e 15 di libera professione, in uno dei periodi storici più impegnativi e duri dal punto di vista economico, politico e sociale, mi hanno permesso di vivere, conoscere e crescere in un contesto in profonda evoluzione.

Sia in ambito civile che militare le situazioni di sicurezza, tutela, protezione e di vita quotidiana, dalla fine del 2001 in poi, hanno subito un ribaltamento tale da modificare il nostro modo di pensare, agire e reagire.

In questi anni quindi, dove le solide basi su cui poggiavano moltissime convinzioni sono venute a mancare, c'è stato un grande disorientamento che fino a due decenni fa non era così marcato. Proprio da questo contesto di disorientamento ho sviluppato conoscenza, competenze ed abilità negli ambiti di negoziazione, analisi comportamentale e gestione degli eventi stressogeni.

Oggi, con più di un decennio di esperienza in territori esteri in via di sviluppo come negoziatore, grazie alle qualifiche professionali e ai riconoscimenti ottenuti, opero sia in ambito civile che in ambito militare nei settori formativi, consulenziali e di coaching.

AMBITI DI LAVORO

 

CIVILE

Con il termine CIVILE si intendono tutte quelle persone che per definizione non sono impiegate in contesti militari, ma che hanno una certa affinità con quel settore per estrazione professionale o per impiego di protocolli e metodologie di lavoro similari, che si trovano a dover prendere delle decisioni o compiere delle azioni che inevitabilmente avranno una influenza sui risultati futuri.

MILITARE

Con il termine MILITARE si intendono tutte quelle figure appartenenti ai vari ministeri per la tutela dell'ordine pubblico e la sicurezza in generale. In questo ambito oggi collaboro con la Science Academy of Defence, una società di formazione che addestra operatori di pronto intervento in tre aree formative specifiche, la difesa, protezione e soccorso, collaborando con professionisti del calibro del maggiore delle forze armate israeliane Avi Nardia, uno dei più importanti esperti di antiterrorismo internazionale ed istruttore di reparti speciali, come la SWAT americana.

L'argomento ti incuriosisce ma preferisci prendere maggiori informazioni? Condivido il tuo pensiero. Incontriamoci, provare è meglio che credere.

LE MIE COMPETENZE

70
Micro Espressioni
70
Analisi Comportamentale
80
Stress Management
75
Ambito Civile
80
ambito militare

FORMATORE

In ambito formativo, tramite la Science Academy of Defence, i miei corsi sono accreditati da CEPAS, quale “Full Member” di IPC (International Personnel Certification Association), unica associazione che, a livello mondiale, raggruppa i più importanti Organismi di Certificazione degli Auditor e dei Corsi di Formazione nonché alcuni Enti di Accreditamento per quanto riguarda lo schema di certificazione delle competenze dell'Istruttore di Difesa Personale e da CERSA, un Organismo di certificazione costituito nel 1993 per iniziativa combinata di associazioni di categoria, enti pubblici e società quotate, per quanto riguarda la formazione continua dei Security Managers secondo UNI 10459.

Sono accreditato in Polis Lombardia per la scuola di formazione regionale della polizia locale e i miei programmi vengono trattati periodicamente nelle questure del Veneto per gli aggiornamenti formativi della Polizia di Stato.

L'argomento ti incuriosisce ma preferisci prendere maggiori informazioni? Condivido il tuo pensiero. Incontriamoci, provare è meglio che credere.

CONSULENTE

In ambito consulenziale sono iscritto all'AICIS (Associazione Criminologi per l’Investigazione e la Sicurezza) ed opero periodicamente a stretto contatto con agenzie investigative per quanto riguarda l'analisi comportamentale, il profiling relativo alle microespressioni facciali ed interventi di negoziazione, oltre che offrire assistenza e consulenza per trasferimenti, operazioni o indagini in territori esteri considerati potenzialmente a rischio.

La consulenza in questo ambito mira a raccogliere, elaborare e poi fornire dei report dettagliati al committente, finalizzati a prendere delle decisioni strategiche per l'avviamento o il proseguo di attività investigative o commerciali.

L'argomento ti incuriosisce ma preferisci prendere maggiori informazioni? Condivido il tuo pensiero. Incontriamoci, provare è meglio che credere.

 

COACH

COS'E` IL COACHING

Il coaching è una attività professionale normata dalla UNI 11601 del 2015. Chi svolge tale professione è definito COACH mentre chi viene seguito dal coach viene identificato come COACHEE.

Fino a qualche anno fa, la figura del coach professionista non era normata, per cui in base ad esperienze personali o a studi specifici, più o meno approfonditi, i coach erano inseriti tutti allo stesso livello senza alcuna distinzione di metodologie di lavoro, sia in ambito professionale, che sportivo, che personale.

Oggi invece la normativa mette meglio in evidenza chi sono i coach professionisti e chi sono le altre tipologie di coach. Si parla di altre tipologie di coach perchè la norma e le associazioni di categoria non possono mettere un veto sull’utilizzo della parola coach, per cui si fa una differenza solo tra coach “generico” e coach professionista, dove il coach professionista ha un titolo (diploma) riconosciuto da AICP (ambito nazionale) ed ICF (ambito internazionale).

DEFINIZIONE

Il coaching quindi, si può definire come un metodo normato, che favorisce e migliora una volontaria e responsabile ricerca di sviluppo del potenziale umano, attraverso un percorso consapevole, definito nel tempo.

DOVE LAVORA IL COACH

Che sia in abito professionale o in ambito privato, quando ci sentiamo in una condizione non ottimale tutto ciò che facciamo rischia di essere compromesso o di non darci i risultati sperati. Tra la sensazione di avere tutto sotto controllo e la situazione in cui si vorrebbe essere seguiti da uno psicologo, quindi andare in terapia, c'è l'area in cui opera il coach. E' quell'area in cui la persona o il professionista vuole capire cosa fare e come farlo per migliorare la sua situazione.

Il cambiamento ha inizio quando la curiosità di provare nuove strade ti spinge in avanti, è lì che capisci, che è il momento di provare!

CHI SCEGLIE
IL COACH

Tornando alla definizione sopra riportata, il coach lo scelgono tutte quelle persone che sentono la necessità o la voglia di fare un cambiamento, sia esso nella vita privata, nella vita affettiva, nel lavoro, nello sport, a scuola, nel rapporto con gli altri o in altri ambiti e contesti.
Per cui il coach, grazie all’esperienza, ma soprattutto grazie alla metodologia di lavoro certificata, è in grado si aiutare chiunque abbia il desiderio di cambiamento, anche se quel desiderio non è ancora chiaro, non è ancora definito e magari sembra inattuabile. Chi sceglie il coach lo fa proprio perchè percepisce che vorrebbe attuare un cambiamento ma non sa ancora come, in che modo e con quali tempi. Il coach supporta ed aiuta il manager, lo sportivo, la persona in generale a sviluppare il suo potenziale.

Il coach, per il supporto che offre, non è tenuto ad essere un esperto dei contenuti trattati dal coachee, è tenuto ad essere un esperto professionista nel metodo, che permetterà al coachee di raggiungere i suoi obiettivi e quindi di attuare finalmente il cambiamento desiderato.

PERCHE' SCEGLIERE IL COACH

Lo sportivo, il manager, il professionista, un genitore, una persona in generale, sceglie un coach professionista perchè sente il desiderio di voler cambiare qualcosa e molto spesso non sa cosa e tanto meno come.
Com’è possibile sentire di voler cambiare qualcosa e non sapere ne come, ne perchè? Ti è mai capitato di sentire questa sensazione?
La risposta è: si, capita più spesso di quanto non possiamo pensare, vorremmo cambiare ma, non sappiamo da dove partire e se partire.

Il coach professionista svolge proprio questa attività. Grazie ad una metodologia di lavoro ben precisa, ti fornisce gli strumenti per capire, approfondire e sviluppare il tuo potenziale.
Il coach non si permetterà mai di dirti cosa fare e come farlo, il coach ti aiuta a sviluppare il tuo potenziale e a consolidarlo, questo perchè il maggior conoscitore di te stesso/a sei solo tu.

COME SCEGLIERE IL COACH

Di coach ce ne sono molti, ed hanno le più svariate formazioni tecnico-teoriche. Quindi come fare per scegliere quello giusto? Che tipo di preparazione deve avere? Che tipo di metodo deve usare quello ideale?
Dal nostro punto di vista, prima tutto il coach deve piacere ed essere in perfetta sintonia con il coachee, per cui sapendo che di norma il primo incontro conoscitivo non è a pagamento, perchè non provare? Poi se si riesce, prova a prendere un po’ di informazioni dalle persone che lo conoscono o che ne hanno sentito parlare. Ed in fine, se hai la percezione che ci sia affinità, che si possa creare una alleanza forte e che il patto di coaching (strumento in dotazione ai coach professionisti), sia in linea con le tue aspettative, allora saprai di aver trovato il coach che fa al caso tuo.
Altra cosa importantissima da valutare è la distanza geografica tra coach e coachee, è importante sapere che è quasi irrilevante.

VALORIZZARE IL POTENZIALE

Il potenziale è dentro a ogni persona, può essere tanto, può essere poco, può essere prossimo ad emergere o può essere un po’ più in profondità, ma è dentro di noi. Il coach, grazie alle sue competenze, aiuta il coachee ad esplorare il suo potenziale e ad utilizzarlo al meglio per raggiungere gli obiettivi che si pone. Il coach è l’allenatore del coachee e sarà sempre il coachee a fare la sua partita.

GESTIRE LE INTERFERENZE

Le interferenze, che siano interne o esterne, sono dei fattori che, in base alla tipologia e alla "forza" degli stessi, contribuiscono alla diminuzione o all'aumento della performance e quindi al risultato finale a cui si sta cercando di mirare. Il Coach lavora assieme al coachee proprio con lo scopo di rilevare quali sono le interferenze potenzialmente limitanti e quali invece le interferenze positive per permettere al coachee di arginare quanto più possibile le prime ed enfatizzare quanto più possibile le seconde. Il Coach stesso può essere definito un'interferenza che entra nel presente del coachee con l'obiettivo di divenire un facilitatore nel processo di sviluppo dello stesso.

ASSISTERE NEL PERCORSO

Il coach rimarrà per tutto il percorso fedele al suo coachee e perfettamente allineato alle scelte che lo stesso vorrà fare. Senza mai dare giudizi o permettersi di dare opinioni. Questo è uno dei punti fondamentali su cui il coach basa la sua professionalità, il rispetto per il coachee, si fonda sull’assenza di giudizio da parte del coach e, su un’alleanza etico professionale imprescindibile. Proprio per questo motivo, nel momento in cui un coachee sceglie il coach e viceversa, da quel momento si stringe un’alleanza profonda, solida e basata sulla massima riservatezza. L’eticità e la riservatezza professionale saranno sempre alla base del rapporto di coaching.

CONSOLIDARE LA CONSAPEVOLEZZA

Il coach professionista è il mezzo che utilizza il coachee per raggiungere i suoi obiettivi, sviluppando il suo potenziale e consolidando la propria consapevolezza. Proprio sulla base di questa affermazione, il coach sarà tanto più bravo, quanto più il coachee si renderà conto che l’obiettivo l’ha raggiunto, che il suo potenziale è emerso ed è cresciuto. Alla fine del percorso, il coachee, avrà la consapevolezza che potrà continuare a sviluppare quel potenziale da solo e, soprattutto a consolidarlo. Il coach è un mezzo che ti aiuta ad andare dal punto A al punto B, percorrendo la strada migliore.

L'argomento ti incuriosisce ma preferisci prendere maggiori informazioni? Condivido il tuo pensiero. Se al posto di chiedere il parere ad amici vuoi provare di persona, sappi che l'incontro è completamente gratuito ed oltre a rispondere alle tue domande testerai anche il metodo. Provare è meglio che credere.

COME

Le tre figure professionali che ricopro, formatore, consulente e coach, sono strettamente collegate e correlate tra loro, in quanto si basano tutte e tre su conoscenze, competenze ed abilità tecniche sviluppate nel tempo. Studi dimostrano che una persona si può definire un professionista nel proprio ambito quando pratica per più di 10.000 ore (10 anni circa), un mestiere specifico. Questo mi permette di poter essere annoverato tra i professionisti, consapevole del fatto che il percorso di conoscenza ed apprendimento non ha fine, proprio per il fatto che è tutto in continua evoluzione e mutamento.

 

CONOSCENZA

[dal lat. tardo cognoscentia, der. di cognoscĕre «conoscere»], la conoscenza o il conoscere, definisce la presenza nell’intelletto di una nozione, un concetto, e viene classificato come sapere acquisito.

COMPETENZA

[dal lat. tardo competentia, der. di competĕre «competere»], è la capacità, per cultura o esperienza, di parlare, discutere ed esprimere giudizi su determinati argomenti.

ABILITA`

E` la capacità di eseguire azioni razionali e motorie complesse con elevato grado di precisione ed adattabilità in base al contesto in cui ci si trova. Tale caratteristica si raggiunge grazie al connubio di conoscenza e competenza acquisiti.

DOVE

Sia che si tratti di appuntamenti per quanto riguarda la discussione di eventuali incarichi in qualità di negoziatore, sia che si tratti di appuntamenti per quanto riguarda sessioni di coaching one-to-one, indipendentemente dalla sede in cui viene richiesto l'appuntamento, è consigliato concordare la data e l'orario con congruo preavviso.

Via Postioma 68

Treviso

Viale Palmanova 213

Udine

Via Savonarola 217

Padova

Via Senigallia 18/2

Milano

CONTATTAMI

SEDI
Milano - Treviso - Udine - Padova

+39 3388849690

scrivi@denisbiliato.com